Come bloccare le pubblicità su Android

Come bloccare le pubblicità su Android

Dopo aver visto come aumentare le prestazioni di un telefono Android, oggi vediamo come bloccare le pubblicità su Android!

A nessuno piacciono le pubblicità, diciamocela chiara. V’interessa sapere quanto fa bene quella crema? No. Magari quell’ultimo modello di Smartphone catturerà meglio la vostra attenzione…ma nemmeno!

Il punto è che in molti luoghi possiamo evitare le pubblicità con pochi colpi. Sui PC possiamo tranquillamente installare qualche estensione che ci permette di bloccare le pubblicità, ma per quel che riguarda il mondo degli Smartphone…la battaglia è ancora lunga.

Non scoraggiamoci troppo però. Possiamo attualmente far qualcosa contro questa piaga che include pubblicità nelle nostre Apps, sulle pagine web o altri contenuti. Ecco tutti gli strumenti utili per farlo.

Nota: alcuni di questi strumenti richiedono il Root del nostro cellulare. Se non avete mai effettuato il Root al vostro Smartphone, tenete conto che farlo fa decadere la garanzia e comporta rischi di stabilità e sicurezza. Se avete intenzione di farlo, è tutto a vostro rischio e pericolo.

Tenete infine conto che per parecchi di questi programmi dovete abilitare l’installazione da origini (o sorgenti) sconosciute nel vostro cellulare.

Potete trovare questa funzione un po’ ovunque nelle impostazioni, specialmente questa è presente nella sezione “Sicurezza” o nelle Opzioni Sviluppatore, che potete abilitare entrando nella sezione “Info sul dispositivo” (a volte chiamato anche Il mio Telefono, o altre impostazioni simili) e premendo più volte su Versione Build.

Vi sarà infine richiesto di piazzare un file d’installazione sul vostro cellulare, che potete tranquillamente raggiungere con il vostro Explorer di preferenza o tramite le Apps integrate nello Smartphone (come “Archivio” e simili).

Se avete il Root…

Installate AdAway. Questo programma interagisce con il file Hosts di Android. Questo delicato file di sistema identifica i vari siti e servizi al quale il sistema operativo accede in maniera automatica e quasi senza alcun controllo.

Grazie ad un piccolo trucco, è possibile inserire tutti gli indirizzi delle pubblicità più conosciute per bloccarle definitivamente. Siccome questo avviene al livello del sistema operativo, il consumo della batteria è assolutamente minimo. Il programma controlla periodicamente gli ultimi aggiornamenti ed applica con un semplice colpo tutte le ultime novità.

Potete scaricare l’APK da qui (https://f-droid.org/repo/org.adaway_60.apk).

Se AdAway non funziona, non riuscite a gestirlo o non vi piace, potete usare un ottimo sostituto: AdBlock Plus. Non si tratta del Browser, ma d’un vecchio (ma ancora attuale e funzionante!) programma della casa. Potete procurarvelo da qui (https://downloads.adblockplus.org/adblockplusandroid-1.2.1.apk).

Installate Xposed e quindi il modulo MinMinGuard. Xposed è un Framework nel quale è possibile implementare delle estensioni (definite come Moduli) ed è lo strumento più potente che un utente Android può disporre, sia per programmare che per sfruttare ogni singola potenzialità del sistema operativo. Può essere piuttosto complicato da installare e gestire, però.

Potete procurarvi qui l’installer di Xposed (http://repo.xposed.info/module/de.robv.android.xposed.installer). All’interno del programma potete cercare i vari moduli disponibili.

MinMinGuard è quello che blocca le pubblicità invasive. La cosa migliore del quale dispone questo Modulo è la selezione delle Apps nel quale vogliamo bloccare le pubblicità. Se preferiamo vedere le pubblicità da un App (oppure l’app non funziona se le pubblicità sono bloccate) possiamo escluderla dalla lista.

Se non avete il Root…

Installate un browser capace di bloccare le pubblicità. Su questo possiamo stare tranquilli: ce ne sono di numerosi. Ma appunto, si tratta solo di Browser, e non sincronizzano i nostri dati con altri servizi. Ad esempio, il Browser Adblock non ha tutti gli accessi memorizzati nel nostro account di Chrome.

Tuttavia, se tutto quello che fate è navigare per la maggior parte del tempo, ecco i due browser più gettonati per bloccare le pubblicità:

Adblock Browser (https://play.google.com/store/apps/details?id=org.adblockplus.browser).

Opera (https://play.google.com/store/apps/details?id=com.opera.browser).

Tenete inoltre presente che browser popolari come Chrome ha delle opzioni per limitare l’accesso ad alcune pubblicità (grazie alla funzione di risparmio dati) ma non le elimina del tutto.

Usate un servizio VPN. Quello dedicato a questa faccenda è DNS66. Si tratta d’un programma che funziona come i programmi che hanno bisogno del Root per funzionare, ma per farlo senza Root usare un servizio VPN (Virtual Private Network, una connessione privata e dedicata). Chiaramente, vi consigliamo di farlo se proprio non ne potete più e se volete supportare un caricamento più lento delle funzioni online (è pur sempre un servizio estero).

Potete scaricare DNS66 da qui (https://f-droid.org/packages/org.jak_linux.dns66/). Tenete conto che dovete avere minimo Android 5.0 – ovvero Lollipop – per farlo funzionare.

Articoli pensati per te:

Leave a Reply