Come spendere Bitcoin

Come spendere Bitcoin

BTC è l’abbreviazione di Bitcoin, una cripto valuta tra le più conosciute e importanti del mondo.
Si tratta di una moneta digitale che viene automaticamente generata da un algoritmo che esegue calcoli matematici che, con il passare del tempo, diventano sempre più complessi.

I Bitcoin ormai sono una realtà affermata e, pur trattandosi di una materia piuttosto recente e quindi ancora difficile da comprendere fino in fondo, rappresenta già un’alternativa ai tradizionali metodi di pagamento.

In effetti, ci sono già numerose realtà che accettano i Bitcoin come moneta di scambio per acquistare beni o servizi.

I Bitcoin: cosa sono e come funzionano

Quando parliamo di Bitcoin ci riferiamo ad una moneta digitale che non alcun corrispettivo nel mondo reale ma che, soprattutto, è generata da una rete open source, che non è controllata da enti o colossi finanziari, come invece accade per i depositi bancari e le monete tradizionali.

Quest’aspetto, ossia l’assenza di un supervisore che controlli il valore o influenzi l’andamento dei Bitcoin, è uno dei principali motivi che si cela dietro al successo di questa cripto valuta.
A proposito del suo valore, occorre dire che il costo di un singolo Bitcoin non è invariabile, anzi è piuttosto volatile.

Basti pensare che nel corso del 2018, la cripto valuta più famosa e importante del mondo, ha toccato un tetto pari ai 18.000 euro, nella prima fase dell’anno, per poi lentamente crollare, fino a raggiungere valori inferiori ai 10.000 euro.

Il motivo per il quale i Bitcoin, ma più in generale tutte le cripto valute, soffrono di alterazioni del prezzo così importanti, è legato al fatto che il loro valore dipende dal numero di persone che decidono di acquistare o di vendere la moneta digitale.

In pratica, se il numero di persone che ha intenzione di disfarsi dei proprio Bitcoin è superiore a quello delle persone che sono disposte ad acquistarli, quindi l’offerta è maggiore della domanda, il valore della cripto valuta diminuisce. Al contrario se la domanda è maggiore dell’offerta e, quindi, è il numero di persone che è intenzionato ad acquistare la valuta è superiore rispetto a quelle che sono disposti a venderla, allora il prezzo aumenta.

Ma perché nel corso del 2018 il prezzo è crollato? Nell’anno in cui il valore di un Bitcoin ha toccato quota 20 mila euro, è accaduta una cosa molto particolare: i media hanno cominciato a parlare delle cripto valute.

In pratica, all’inizio del 2018, molte persone hanno sentito parlare dei Bitcoin e del mondo delle cripto valute per la prima volta e i feedback che hanno ricevuto sono stati tutti positivi.

Per questo motivo il numero di persone intenzionate ad acquistare le monete digitali è improvvisamente aumentato, fino a raddoppiare e a triplicare rispetto a poche settimane prima. Questo fenomeno ha generato una crescita esponenziale della domanda di Bitcoin, facendone così lievitare il prezzo.

All’entusiasmo iniziale delle persone, che avevano deciso di acquistare la cripto valuta, ma senza avere prima raccolto tutte le informazioni, è via via svanito soprattutto quando si sono chiesti come fosse possibile spendere i Bitcoin.

Ecco il nocciolo della questione: purtroppo sono ancora poche le occasioni in cui è possibile utilizzare i Bitcoin come una comune moneta di scambio.

Come spendere Bitcoin per acquistare beni o servizi

I fortunati possessori di Bitcoin, la cripto valuta con il valore più alto, spesso vorrebbero utilizzare parte del loro tesoretto per comprare beni o servizi, ma si trovano a non poter investire questa valuta ogni volta che lo desiderano.

In effetti, su questa questione sono stati fatti alcuni passi in avanti infatti, si contano numerose strutture alberghiere o turistiche che permettono di pagare un soggiorno o un trattamento spa sia con il denaro tradizionale (euro) sia con le cripto valute come i Bitcoin.

Tra i modi in cui è possibile spendere Bitcoin occorre dire che ci sono alcune compagnie aeree che, già da qualche tempo, offrono ai loro clienti l’opportunità di acquistare una biglietto utilizzando entrambi i metodi di pagamento: denaro reale o denaro virtuale.

Il vero grande ostacolo, allo sviluppo di questa cripto valute e di tutte le altre, è legato al mancato appoggio da parte delle più grandi piattaforme di e-commerce del web. In effetti, eccezion fatta per poche piccole realtà, la maggior parte dei siti internet che si occupano della vendita e della spedizioni di beni, appartenenti a qualsiasi categoria merceologica, non hanno, per il momento, intenzione di attivare il metodo di pagamento che permetterebbe ai clienti di fare compere anche con i Bitcoin.

Le ragioni di tale decisione non sono ancora chiare, quel che è certo è che rappresenta un grosso ostacolo allo sviluppo delle cripto valute.
Il Bitcoin, e le monete digitali in genere, sono state riconosciute anche dai più importanti colossi bancari o istituti finanziari che da qualche tempo li accettano come metodo di pagamento, affiancandolo ovviamente a quelli tradizionali.

Come spendere Bitcoin convertendoli in Euro

Nonostante al momento ancora non molti commercianti accettino Bitcoin, in realtà oggi si può comunque spenderli sfruttando delle carte prepagate per esempio, come su Wirex (clicca qui per iscriverti).

In questo modo all’interno di Wirex si possono trasferire i Bitcoin, per poi convertire in euro e quindi poterli spenderli con la loro carta prepagata.

In alternativa invece della carta possiamo cambiare i nostri Bitcoin in euro e ricevere un bonifico bancario come accade su Coinbase (clicca qui per iscriverti e ottenere 10 $ omaggio).

Perché spendere in Bitcoin conviene?

I Bitcoin sono una monete digitale e, nonostante abbia un’origine ben diversa dai comuni soldi, si tratta di qualcosa a cui siamo già abituati. In effetti, anche il denaro elettronico che utilizziamo quando facciamo un acquisto online o quando paghiamo con una carta di credito o un bancomat è intangibile.

La differenza risiede proprio nella loro origine, infatti se il denaro che spendiamo con uno strumento finanziario, come una carta di credito o una prepagata, corrisponde ad un deposito aurifero, i Bitcoin sono solo il frutto di elaborati calcoli e il suo valore non è gestito o influenzato da un ente che opera al di sopra delle parti.

Tuttavia, chi decide di comprare spendendo in Bitcoin ha la possibilità di rimanere completamente anonimo, cosa che ovviamente non è possibile con il denaro depositato presso le banche.

Ovviamente quest’aspetto è una vera e propria arma a doppio taglio, perché se da un lato vi è garanzia di privacy e viene lasciata a totale discrezione del soggetto che sta pagando, la decisione di rivelare o meno la propria identità, dall’altro lato questo aspetto favorisce le operazioni illecite.

Non a caso, proprio nelle ultime settimane, secondo alcune indagini condotte dalla DIGOS e dalla DEA, anche i criminali e le associazioni che vivono di contrabbando e di commercio di stupefacenti e armi, stanno utilizzando i Bitcoin come metodo di pagamento per rendere le loro operazioni sicure e impossibili da rintracciare.

Questo è senza dubbio il rovescio negativo della medaglia, ma l’idea di base è quella di rendere una moneta, come i Bitcoin, libera dal controllo di qualsiasi colosso finanziario e non un modo per sfuggire alla legge.

Iscriviti al Canale Telegram per ricevere news in tempo reale CLICCA QUI
Disclaimer: mondositiweb.com è un sito web con finalità informative e didattiche ed i contenuti presenti non rappresentano ne un consiglio di investimento ne devono essere intesi come sollecito alla raccolta di pubblico risparmio. Anche eventuali strumenti finanziari presenti nel sito web sono solo a scopo informativo e didattico. Inoltre i CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in breve tempo a causa alla leva. Tra il 66 % e l'89% dei conti di clienti al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD. Dovresti quindi considerare i rischi di perdita di soldi. Inoltre le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Leave a Reply

Come iniziare con BitcoinScopri di più