Convertire Bitcoin Euro

Potresti essere capitato in questa pagina sia perchè vuoi sapere come Convertire Bitcoin in Euro o semplicemente per sapere quanto vale il Bitcoin in euro. Quindi ecco per te un semplice convertitore Bitcoin Euro:

In Italia il modo più facile, veloce e sicuro è comperare Bitcoin su eToro; broker regolamentato da CONSOB appunto in Italia e con milioni di utenti in tutto il mondo. Se vuoi comperare Bitcoin su eToro —> ISCRIVITI QUI (il tuo capitale è a rischio)

Convertire bitcoin euro: è possibile?

Convertire Bitcoin Euro

Convertire i bitcoin in euro non solo è possibile ma risulta anche essere un’operazione facile da effettuare. Infatti si tratta di un servizio messo a disposizione degli operatori e degli utenti che decidono di investire in questa valuta virtuale parte dei propri risparmi.

Il principio sul quale si base la transazione è lo stesso che supporta la conversione dei bitcoin nelle altre valute principali del trading online. In Europa e in Italia questo tipo di operazione può avere due differenti finalità.

Innanzitutto può servire per modalità pratiche, cioè per avere a disposizione una somma in euro sufficiente all’acquisto di uno oppure più determinati beni. In alternativa si possono convertire i bitcoin in euro per supportare finalità finanziarie di investimento. Ad esempio, lo scambio può servire a ottenere guadagni più o meno consistenti sull’eventuale dividendo.

L’importanza della conversione bitcoin euro

La conversione bitcoin euro risulta essere un’operazione molto importante perché si tratta della principale valuta virtuale usata per il trading online. In secondo luogo, proprio per le sue caratteristiche, il valore di questa moneta varia in maniera costante e le fluttuazioni giornaliere possono essere anche di notevole entità, esattamente come accade per le quotazioni in borsa.

Di conseguenza il cambio bitcoin in euro deve essere aggiornato e contestualizzato ogni giorno, valutando l’andamento del mercato tramite analisi specifiche e grafici. Un altro fattore che influenza in maniera importante il valore dei bitcoin è il prezzo stabilito dalla miner: infatti la valuta digitale viene emessa dalla stessa società realizzata dal suo fondatore, Satoshi Nakamoto. Proprio per questo motivo il mercato dei bitcoin risulta essere totalmente libero e le oscillazioni sono molto marcate in base alle regole della domanda e dell’offerta.

Come convertire bitcoin in euro

Esistono varie soluzioni che si possono mettere in atto per convertire un bitcoin in euro. Innanzitutto è possibile fare affidamento alle varie piattaforme di trading online che mettono a disposizione dei propri utenti questo servizio.

Proprio per il fatto che il mercato di cambio dei bitcoin non risulta essere unificato e ufficiale le quotazioni di questa valuta virtuale cambiano a seconda della piattaforma a cui si fa riferimento. Quindi è necessario confrontare tra loro le condizioni offerte dai vari operatori del settore per determinare quale sia la proposta migliore e più conveniente dal punto di vista economico.

Inoltre bisogna tenere a mente che le varie piattaforme possono avere finalità e una struttura differente.

Tuttavia in questi casi si necessita della registrazione per effettuare l’accesso. Una volta completato il form di iscrizione con i dati richiesti, l’utente riceve un’e-mail di conferma all’indirizzo di posta elettronica indicato durante la fase di registrazione.

A questo punto si attiva l’account cliccando sul link contenuto nel messaggio e si può procedere con l’operazione di conversione. Si ricorda che queste piattaforme richiedono sempre il pagamento di un’apposita commissione per ogni operazione il cui ammontare varia a seconda del sito a cui ci si appoggia.

Nella maggior parte dei casi la commissione ammonta al 0,25%, tuttavia in altre circostanze la tassa può raggiungere persino l’1,5% se si effettuano altre operazioni oltre alla conversione. Inoltre si ricorda che, se contemporaneamente alla trasformazione bitcoin in euro l’utente dispone il trasferimento del denaro sul proprio conto corrente bancario, si applica una commissione aggiuntiva pari allo 0,15% della somma in questione.

I siti di scambio

Per convertire i bitcoin in euro si può optare anche per i siti di scambio che mettono a disposizione questo servizio online oltre a supportare vari tipi di operazioni di compravendita con le valute digitali come oggetto. Per poter usufruire di questi siti di exchange è necessario registrarsi. Si consiglia di utilizzare soltanto gli operatori maggiormente conosciuti e sicuri, così da evitare rischi per il proprio capitale di investimento. Tra le soluzioni più diffuse e apprezzate si ricordano:

– Coinbase (clicca qui per aprire un conto e ricevere gratis 10 $ su un deposito di almeno 100 $), che permette di operare con le principali monete elettroniche. Si possono vendere acquistare e convertire in altre valute tradizionali i bitcoin. La commissione è pari all’1,49% della somma oggetto della transazione e, se si trasferire l’importo in euro su un conto corrente bancario, si applica una maggiorazione dello 0,15%;

– Wirex: oggi si può comunque spenderli sfruttando delle carte prepagate per esempio, come su Wirex (clicca qui per iscriverti).

In questo modo all’interno di Wirex si possono trasferire i Bitcoin, per poi convertire in euro e quindi poterli spenderli con la loro carta prepagata.

– Kraken. In questo caso tutte le operazioni che hanno come oggetto i bitcoin fanno riferimento al prezzo di mercato valido al momento della transazione. La commissione è più alta perché arriva allo 0,25%, tuttavia comprende normalmente già il trasferimento sul conto corrente dell’utente;

-Local Bitcoins, un sito di scambio con oggetto i bitcoin che interessa semplicemente gli utenti della piattaforma. Infatti il portale consente semplicemente agli acquirenti e ai venditori di entrare in contatto tra loro. Di conseguenza è possibile trovare annunci di acquisto di operatori intenzionati ad acquistare bitcoin in cambio di euro (effettuando una ricerca attraverso l’apposito motore interno) oppure postare un messaggio di vendita. In questo caso è possibile inserire il numero di bitcoin che si vuole vendere, la quotazione che si vuole ottenere oppure direttamente il prezzo di acquisto. Quindi bisogna attendere che un potenziale acquirente dimostri il proprio interesse. I sistemi di pagamento supportati sono numerosi e questo fatto consente una maggiore versatilità rispetto agli altri siti di scambio. Ad esempio, Local Bitcoins ammette operazioni effettuate non soltanto tramite il bonifico bancario, ma anche eseguite in contanti, con le carte di credito oppure tramite Paypal.
Un altro aspetto che bisogna considerare è che alcuni siti di scambio, consentono agli utenti di visualizzare il valore dei bitcoin e delle valute tradizionali usate per la conversione in tempo reale. In questo modo la transazione avviene in maniera più sicura. Inoltre possono integrare una vera e propria community dove avviene lo scambio di notizie e idee.

In Italia il modo più facile, veloce e sicuro è comperare Bitcoin su eToro; broker regolamentato da CONSOB appunto in Italia e con milioni di utenti in tutto il mondo. Se vuoi comperare Bitcoin su eToro —> ISCRIVITI QUI (il tuo capitale è a rischio)

Iscriviti al Canale Telegram per ricevere news in tempo reale CLICCA QUI

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

l 65% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Leave a Reply