Previsione Litecoin 2019 – 2020 – 2021

Previsione Litecoin

Se si parla moltissimo di Bitcoin, spesso anche a sproposito, occorre sottolineare che il settore delle criptovalute ha saputo proporre nel corso degli anni un notevole paniere di Altcoin, ovvero monete alternative che hanno saputo segnalarsi per la loro validità.

Tra di esse un posto di tutto rilievo spetta a Litecoin, la divisa digitale ideata da Charlie Lee, ex dipendente di Google che è stato tra i primi ad avvertire l’esigenza di varare una alternativa al Bitcoin in grado di superarne alcuni evidenti difetti. Con risultati considerati ottimi da analisti ed esperti.

In Italia il modo più facile, veloce e sicuro è fare trading di Litecoin su eToro; broker regolamentato da CONSOB appunto in Italia e con milioni di utenti in tutto il mondo. Se vuoi fare trading di Litecoin su eToro —> ISCRIVITI QUI

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Cos’è il Litecoin

Il Litecoin è nato nel 2011, dopo il rilascio di un software open source presentato su Github e che denota notevoli somiglianze con quello di BTC, rappresentandone in effetti un fork.

In particolare, a colpire immediatamente gli osservatori è stata la maggiore velocità in sede di transazioni, per le quali necessitano circa due minuti e mezzo, contro i dieci impiegati invece dalla divisa virtuale attribuita a Satoshi Nakamoto.

Una superiorità tecnologica resa possibile in particolare dall’adozione di Segwit (Segregated Witness), che consente di processare in maniera notevolmente più rapida i blocchi, ovvero dare vita più velocemente ai complessi calcoli necessari.

Naturalmente anche in questo caso non esistono istituzioni centrali chiamate a gestire le operazioni e il progetto si giova della crittografia chiamata a conferire massima sicurezza al sistema.
Il quantitativo di token previsto si attesta a 84 milioni di monete e anche in questo caso la ricompensa spettante ai miners, inizialmente 25 monete, si dovrebbe dimezzare di quadriennio in quadriennio.

LEGGI ANCHE: COMPRARE LITECOIN

La riduzione delle fees

Uno dei grandi problemi imposti dalla grande crescita fatta osservare dal Bitcoin, è stata la vera e propria esplosione delle fees, ovvero del costo delle transazioni.

Proprio Litecoin è riuscito a dare una risposta d’eccezione a questo problema, portandole ad un decimo circa di quanto dovuto ove ad essere impiegato sia BTC.

Nonostante ciò, il team di sviluppo del Litecoin ha continuato a lavorare in questa direzione, proprio per rendere sempre più conveniente appoggiarsi alla cryptocurrency creata da Charlie Lee.

Un lavoro continuo e proficuo sfociato poi nell’aggiornamento del software a Litecoin Core 0.17, grazie al quale sarà possibile ridurre le commissioni a un decimo del valore attuale e, di conseguenza, ad un centesimo dei costi di transazioni collegati a Bitcoin. Un fattore che dovrebbe spingere ulteriormente il Litecoin sui mercati nei prossimi mesi.

Previsione Litecoin per 2019, 2020 e 2021

Come è ormai noto, l’analisi predittiva per il comparto delle criptovalute è una attività che presenta notevoli difficoltà. Proprio le notevoli fluttuazioni che ne caratterizzano il mercato rendono praticamente impossibile formulare una previsione Litecoin per i prossimi anni.

Per il 2019, però, LTC potrebbe sensibilmente giovarsi proprio dell’aggiornamento del software che dovrebbe quasi azzerare i costi di transazione e guadagnare perciò quotazione anche se il mercato dovesse continuare a riservare difficoltà simili a quelle che hanno caratterizzato la seconda parte di quest’anno.

La previsione Litecoin per il 2020 dovrebbe invece risentire dell’halving previsto in casa Bitcoin, ovvero del dimezzamento previsto per la quantità di token generato di giorno in giorno dai miners.

Se attualmente questa cifra è attestata a 1800 al giorno, nel 2020 si dimezzerà a 900. Secondo gli analisti questo fattore si ripercuoterà in maniera positiva sulla quotazione del Bitcoin e, come è sempre successo, trascinerà al rialzo l’intero settore.

Resta però da vedere l’eventuale influsso che potrebbe avere il dimezzamento delle ricompense spettanti ai miners nel corso del tempo, anche per Litecoin.

Le varie monete virtuali si giovano notevolmente del concorso di una folta comunità non solo alla creazione dei blocchi, ma anche alla diffusione di una atmosfera positiva da parte dei partecipanti ad essa. Al proposito si può notare come sino ad ora questi eventi non siano mai stati seguiti da diaspore di notevole dimensione.

Altro fattore che potrebbe avere notevole influenza sulla previsione Litecoin futura è poi il varo di partnership con altre realtà. Basti pensare come in occasione dell’annuncio di una collaborazione con TokenPay, a luglio di quest’anno, tesa all’acquisto del 9,9% di un istituto di credito tedesco, WEG Bank AG, LTC abbia dato vita ad un notevole rally che ha entusiasmato non poco il mercato.

Come investire su Litecoin

Uno dei problemi che ha rallentato la crescita di Litecoin è stata la mancanza di exchange che permettessero di farlo direttamente. In un primo momento, infatti, era permesso solo l’acquisto del token mediante Bitcoin o altra criptovaluta, ma non usando moneta flat come euro o dollaro.

Per fortuna è poi intervenuto Coinbase,(clicca qui per aprire un conto e ricevere gratis 10 $ su un deposito di almeno 100 $) trascinandosi dietro BitPanda e ora è possibile procedere tramite la propria carta di credito. Chi vuole acquistare direttamente Litecoin deve però munirsi di un wallet, ovvero un portafogli elettronico destinato a conservare le criptovalute acquistate sul proprio personal computer. Tra i wallet compatibili con Litecoin occorre ricordare Trezor, Exodus, Jazz, Ledger e BitStamp.

Chi lo vuole fare, però, deve sapere che per vedere tutto filare liscio occorre avere competenze informatiche abbastanza corpose. Inoltre il possesso diretto di token nel wallet implica che venga fatta una copia di salvataggio del portafogli digitale.

Una precauzione tesa ad evitare incidenti come il guasto del personal computer o il suo furto. Inoltre occorre anche fare in modo da non prestare il fianco ad eventuali malware, ovvero programmi costruiti proprio con lo scopo di rubare le divise digitali dal wallet.

Programmi di questo genere possono essere in particolare contenuti all’interno delle comunicazioni di posta elettronica che arrivano giornalmente.
Tutti coloro che non vogliono complicarsi la vita, ma cercare di guadagnare con il trading sul Litecoin, possono però ripiegare su una delle piattaforme che rendono possibili gli investimenti finanziari online, come ad esempio eToro.

In Italia il modo più facile, veloce e sicuro è fare trading di Litecoin su eToro; broker regolamentato da CONSOB appunto in Italia e con milioni di utenti in tutto il mondo. Se vuoi fare trading di Litecoin su eToro —> ISCRIVITI QUI

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

I più rinomati broker, infatti, hanno ormai da tempo aperto le loro contrattazioni anche alle criptovalute. Lo strumento messo a disposizione per questo settore è il CFD, ovvero il Contract for Difference, che permette di puntare su un asset sottostante senza doverne detenere la proprietà fisica. In tal modo è possibile guadagnare non solo dalla crescita della quotazione di Litecoin, come avviene acquisendolo direttamente, ma anche su una sua flessione.

Leave a Reply