Travel Blogger quanto Guadagna

Travel Blogger quanto Guadagna

Quella del Travel Blogger è una professione sempre più ambita dai giovani perché permette di guadagnare viaggiando il mondo e divertendosi.

Chi è il travel blogger

Detto poeticamente il travel blogger è “un sognatore che non si è mai arreso e ha trasformato la sua passione nel suo mestiere”.

Fuor di poesia parliamo di una figura nata da non più di 10 anni e che ha completamente rivoluzionato il mercato dei viaggi.

Un travel blogger è un viaggiatore che scrive e racconta le sue avventure in giro per il mondo; oppure, visto da un altro punto di vista, è uno scrittore che ama itinerare in giro per il Pianeta per trovare sempre nuovi spunti su cui elaborare post e racconti da far leggere agli altri.

Comunque la si veda, una cosa è certa, il travel blogger fa due cose: viaggia e scrive su un blog online ciò che vede e vive durante i suoi viaggi.

Fa parte delle professioni nate per “arrangiarsi” o “reinventarsi” in assenza di un posto fisso. Molti giovani in attesa di un contratto stabile o altri meno giovani lasciati a casa a causa della crisi, hanno scelto di provare a monetizzare attraverso una propria passione e così, in breve, hanno aperto un blog dove condividere le proprie peripezie con parole e immagini.

Come si diventa travel blogger

Per diventare travel blogger non sono richiesti particolari titoli di studio ma 2 requisiti sono essenziali:

1) passione per i viaggi;

2) buon livello di scrittura.

Il secondo requisito si può perfezionare con il tempo e la pratica, il primo no: deve essere innato. Se non si ama viaggiare inutile provare a monetizzare con un blog di viaggi, non è sufficiente postare qualche sporadica foto e qualche frasetta ad effetto di 1 o 2 viaggetti all’anno nelle solite mete.

Se, invece, passate più tempo in campeggio, o camper o negli hotel che a casa vostra e la vostra valigia è sempre pronta allora il primo passo è aprire un blog su una buona piattaforma e iniziare a scriverci spesso, anche quotidianamente. Non sarete in viaggio ogni giorno ma ogni giorno potete condividere un post sulla cultura o le tradizioni di qualche luogo che avete visitato o che avete in programma di visitare.

Sia chiaro: non è richiesto di scalare l’Everest o di fare viaggi ai limiti dell’umano. Ogni viaggio, anche un semplice weekend in una città italiana, se ben raccontato può diventare fonte d’ispirazione per altri.

Per diventare travel blogger di successo, tuttavia, non è sufficiente aprire un blog, è importantissimo saper posizionare al meglio ciò che si scrive, in gergo “indicizzare“: fare in modo che i vostri articoli compaiano ai primi posti su Google.

Per ottenere buoni risultati è opportuno studiare almeno le basi del SEO o affidarsi ad esperti del settore. Infatti è inutile scrivere tanto se poi nessuno visita il vostro blog.

In terzo luogo sono importanti le immagini che devono essere di buona qualità e adeguata risoluzione, mai sfocate. Non è necessario acquistare macchine da professionisti, ormai ci sono smartphone con fotocamere eccezionali.

Infine è determinante la presenza sui social, Facebook e Instagram soprattutto. Almeno ogni 2 giorni condividete post e articoli accompagnati da belle foto in modo da suscitare curiosità.

PER SFRUTTARE AL MEGLIO IL TUO BLOG, IMPARA USARE GLI STRUMENTI DI MARKETING:

 

Quanto guadagna un travel blogger

Il guadagno mensile di un travel blogger può oscillare da poche centinaia di euro fino a oltre 2000 euro al mese, tutto dipende da quanto riesce a far fruttare il suo blog.

I metodi per trasformare un blog di viaggi in una fonte di guadagno sono diversi.

1) Inserzioni pubblicitarie:

s’inserisce un banner o un’immagine di un prodotto sul proprio blog.

2) Affiliazioni: si tratta di accordi con aziende o società che vendono vari tipi di prodotti. Ogni volta che un’acquisto verrà effettuato passando attraverso il vostro blog, voi avrete una percentuale.

SE VUOI IMPARARE DAVVERO BENE CON LE AFFILIAZIONE TI CONSIGLIO QUESTO CORSO:

 

3) Affiliazioni con portali di prenotazioni: la soluzione più ovvia per un travel blogger. Ogni volta che qualcuno prenoterà da quel portale attraverso il blog, voi guadagnerete.

4) Campagne pubblicitarie e recensioni: un hotel, un ristorante o una compagnia aerea spesso pagano cifre molto alte ai travel blogger per recensire i loro servizi o, semplicemente, per scattare una foto vicino al loro brand.

Iscriviti al Canale Telegram per ricevere news in tempo reale CLICCA QUI

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

l 65% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Leave a Reply